PROMOZIONE: PRIMA GIOIA PER IL PIANDIMELETO

Battuto il Valfoglia 2-1. Trasferta anconetana amara per la Vadese

La prima volta non si scorda mai. Dopo 6 tentativi, il Piandimeleto annulla lo zero dalla casella vittorie e lo fa vincendo, tra le mura amiche, il derby contro il Valfoglia del sanguigno Antonio Crespi. Amantini, dopo lo spezzone di gara di Montelabbate, è pienamente recuperato e va ad affiancare Serafini con Nerathi  e Montanari sulle fasce, Ticchi torna al centro della difesa con Solfi, Martinelli fa coppia con Paternoster in attacco; negli ospiti, unico terminale offensivo è l’ex Azzurra Busca con Truffelli a supporto, Pentucci e Gabaldi partono dall’esterno, dietro in coppia con Passeri c’è l’ex D’Amore. 
Il primo squillo della gara è di marca ospite, al 8′ Busca si gira bene dal limite, Spinaci alza sopra la traversa; risponde presente il Piandimeleto che con un tiro di Amantini dal limite mette paura a Fiorelli. Quest’ultimo deve capitolare al 36′, quando una punizione di Paternoster è messa in rete da Serafini, solo soletto in mezzo all’area; sulle ali dell’entusiasmo, Ticchi e compagni continuano a spingere e dopo aver rischiato di subire il pari di Truffelli portano a 2 le segnature grazie al 1°gol stagionale di Paternoster che, sull’out di sinistra, si beve Mauri e Passeri ed infila Fiorelli. Prima dell’intervallo c’è spazio per un miracolo di Spinaci che salva su Gabaldi. Crespi nell’intervallo è una furia con i suoi ed a farne le spese sono Pentucci e Arduini sostituiti da Roselli e Brescini ma di occasioni degne di note ce ne sono davvero poche se si escludono i tiri di Gabaldi e Roselli, intervallati da una punizione di Paternoster bloccata da Fiorelli. A 17 minuti dalla fine, più che altro con la forza disperazione, il Valfoglia riapre la gara con Passeri che risolve una mischia e fa secco l’estremo di casa; Gambelli suona la carica ma nonostante un forcing fino al novantesimo il risulterà non muterà anche perchè il direttore di gara, nel recupero, sorvola per un dubbio intervento in area di rigore di Belpassi su Gabaldi. 
 
Mentre tutta S.Angelo in Vado è immersa nel 35°motoraduno internazionale, la Vadese subisce la seconda sconfitta esterna stagionale, uscendo battuta 3-2 dal campo della Dorica Torrette. Soliti problemi di formazione per Bravi che non ha disponibili gli infortunati Bartoli ed Amantini, oltre allo squalificato Grassi Enrico e dunque, davanti a Rossi, difesa a 4 con Fraternali, Cencioni, Grassi e Maciaroni, in mezzo Pennesi assieme a Cottini e Rosetti, davanti il tridente composto da Vlavonou, Chiarabini e Monaldi. Negli anconetani, privi di diverse pedine fondamentali come Bugari,Cesaroni, Ripanti e Candelaresi, lo spauracchio è senza dubbio Giuseppe Bugiolacchi, l’anno scorso più di 20 gol in maglia Castelfidardo, supportato dall’acciaccato Costantini e dall’under scuola Ancona Latorraca. 
Anconetani subito a tutta nei primi 10 minuti, con Latorraca e Costantini protagonisti; è proprio quest’ultimo a sbloccare il match all’ 11esimo finalizzando una sorte di rigore in movimento dopo un’azione nata dalla fascia destra. Passano appena 3 minuti e la Vadese reagisce: fallo ingenuo commesso da un difensore di casa in area di rigore, Chiarabini dal dischetto batte Angiolani che poco dopo si infortunerà lasciando spazio al dodicesimo Gatto. Adesso è l’undici di Bravi ad avere il controllo della gara, tant’è che una verticalizzazione coglie completamente impreparata la difesa locale, s’inserisce Monaldi che firma il suo secondo gol stagionale. Prima del riposo, ci prova Bugiolacchi ma il suo tiro finisce fuori. 2°tempo completamente a favore dei ragazzi di Lombardi : molto attacchi, poche palle gol fino al 65′, quando l’under Latorraca fa partire un bel diagonale che non dà scampo a Rossi. Ora i giallorossi soffrono e non poco, si affidano solo alle ripartenze ma in una di queste dei locali piangono: Bugiolacchi sigla il sorpasso quando mancano 15 minuti alla fine. I tentativi risultano sterili ed il finale è 3-2 per la Dorica Torrette: Vadese ferma a 7 punti ed in piena zona play out, ora la sfida di sabato con il Piandimeleto risulta davvero determinante. 
 
(nella foto in copertina, il tecnico della Vadese Franco Bravi: la sua Vadese sta attraversando un periodo negativo)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...