1°CATEGORIA: URBINO PIEVE E PEGLIO RAGGIUNTE

Pareggi con Montecalvo e Usav. Simoncelli salva la Fermignanese

Continua la serie positiva dell’Urbino Pieve che rimedia un punto prezioso dal derby di Montecalvo, al termine di una gara in cui i padroni di casa avrebbero meritato il successo; nei ducali manca Vecchietti, e dunque in difesa con l’esperto Balducci c’è Bernardini, in mezzo al campo agisce il grande ex Luca Lapi affiancato da Gambi, davanti Perrella e Marino, Ermanni e Pierotti sulle fasce. Nel Montecalvo, il leader difensore è un altro ex, Gianluca Talozzi, in coppia con Ruggeri, davanti l’eterno Federici con al suo fianco Giovannelli e Ferri. Primo tempo quasi a senso unico con il portiere ospite Rossi che rischia di capitolare già al 5′, ma il tiro di Polidori finisce a lato; sempre Montecalvo due minuti più tardi con Dini che spreca ed al 20′ Ferri calcia sopra la traversa. Ti aspetti il vantaggio locale ed invece ecco che Perella al minuto 25 gela i tifosi di casa con un tiro da fuori area deviato dai difensori locali che rendono la traiettoria imparabile per Ribiscini. Ad inizio ripresa, l’Urbino Pieve resta in 10 perchè Filippini viene espulso per doppia ammonizione ed a questo punto il Montecalvo alza il baricentro trovando il pari al 60′ con un rigore trasformato da Umberto Federici. Nel finale, Giovannelli si vede annullare per fuorigioco (80′) un gol apparso regolare, i locali insistono per trovare il secondo successo stagionale recriminando per un penalty apparso solare ai danni di Polidori ma Keci di Fermo, tra lo stupore generale, lascia proseguire. 
 
Rimanda il ritorno al successo il Peglio che non va oltre il pareggio interno contro i pesaresi dell’Usav, nonostante il vantaggio nel primo tempo; le assenze di Londei per squalifica e Tonin per infortunio, non fanno dormire sonni tranquilli a Biagetti che conferma Boinaga al centro della difesa con D. Baldelli, Venturini e Lucciarini i due terzini, a centrocampo c’è una maglia da titolare per Elia Leoni a fianco del fratello Enea, Antoniucci ed Occhineri stantuffi sulle fasce, A. Baldelli e Mouaoui sono i due attaccanti. Non se la passa meglio il tecnico ospite Renzi che ha 4 squalificati (gli esperti Vele e Di Domenico oltre a Polese e Melucci) che apparecchia un organizzato 4-4-2 dove Scarlatti e Rosati agiscono in attacco, in mezzo Giamprini con Elguzi, Mercantini e D’Anna sugli esterni, dietro la coppia centrale davanti a Verì è formato da Crucini e Amantini. Nonostante siamo ancora alle prime giornate, la posta in palio inizia ad essere alta in quanto entrambe sono alla ricerca di un successo e bisogna aspettare 25 minuti per la prima occasione: slalom di Mouaoui che mette al centro per Andrea Baldelli, la cui incornata è parata dal portierone Verì. Le squadre iniziano a scuotersi ed anche i pesaresi sfiorano il vantaggio (28′) con una sventola di Giamprini che viene deviata in corner; passano pochi minuti ed il Peglio: angolo perfetto di Enea Leoni, il più lesto di tutti è Diego Baldelli che mette alle spalle dell’estremo ospite. Prima del riposo, si rende protagonista anche Sensi che ribatte le conclusioni di Scarlatti e D’Anna, mantenendo il vantaggio; nella ripresa entra in campo solo l’Usav che fa le prove generali del pareggio prima con Mercantini (para ancora Sensi), poi con il diagonale fuori di Rosati. Il gol è nell’aria e arriva puntuale al minuto 54 con il bravo Giamprini che di destro la mette sull’angolo lontano; Biagetti vuole vincere la partita e passa al 4-3-3 con Paiardini Nicola al posto di Occhineri ed è proprio il neoentrato ad andare vicino al gol con una rovesciata alta di poco. Nel finale dentro anche il quarto attaccante, Tiberi, ma Verì fa buona guardia e conserva il risultato di parità.
 
Torna a muovere la classifica dopo 3 ko consecutivi la Fermignanese di Pessina, brava a rimontare l’iniziale vantaggio della Villa San Martino ed impattare 1-1. La novità dell’undici laniero è il ritorno dell’attaccante Bruscia che prende posto a fianco di Serafini, Teodori e Ndoj sulle ali, Rossi è in mezzo con Lupini, dietro vicino a Simoncelli il sempre verde Baldoni; prudente l’atteggiamento del Villa San Martino che affida al giovane scuola Vis Pesaro Parisi e Muratori il compito di pungere nella difesa biancoblù, dietro ci sono Alegi e Giangolini. Partita tutt’altro che bella con poche occasioni da una parte e dall’altra: nel 1°tempo, meglio i pesaresi che al 15′ chiamano Micheli al miracolo su punizione prima di andare in vantaggio con il terzino Cerbella, abile ad insaccare di testa dopo una serie infinita di calci d’angolo. Bruscia e Serafini creano in attacco ma Gregori non deve correre particolari pericoli; subito Fermignanese nella ripresa con Simoncelli che colpisce il palo (50′), prima di pareggiare i conti trasformando un calcio di rigore concesso per fallo su Bruscia. Nel finale, è rigore per tutti ma non per Marcelletti di Macerata che sorvola su un fallo di mano di un difensore ospite e dunque, il punteggio rimane invariato: 1-1. 
 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...