BOXE: MIRKO LARGHETTI SI CONFERMA CAMPIONE EUROPEO

Il “toro” del Montefeltro batte ai punti il croato Vugdelija

In un palazzetto dello sport di Frontino stracolmo e vestito a festa, Mirko Larghetti ottiene una vittoria sofferta ma più che legittima. Non forse i sei punti decretati dal collegio giudicante ma sicuramente tre, forse quattro c’erano tutti. In effetti Mirko Larghetti, il “toro del Montefeltro” come lo chiamano qui nella sua terra, sulle dodici riprese ha perso nettamente la seconda e le ultime due, in forse la prima. Era stato rimproverato da più parti a Salvatore Cherchi di avere scelto un avversario di tutto comodo per la prima difesa del titolo della Comunità Europea conquistato da Larghetti nel recente godibilissimo match contro Rossitto. Così non è stato ed il marchigiano si è trovato davanti un pugile vero, per nulla rassegnato a perdere, anzi deciso a fare il colpaccio. Ma veniamo per gradi. Una prima ripresa con Larghetti subito al centro del ring per imporre la sua supremazia ma si è visto subito che il croato, più quadrato nel fisico, non  ci stava e sparava bordate alla figura ed al corpo. Una condotta di gara diventata subito supremazia nel secondo tempo quando Larghetti non riusciva ad inquadrare l’avversario e doveva subire qualche colpo di troppo. Poi, fino alla undicesima una costante superiorità del pugile di casa anche se mitigata da sprazzi di reazione del croato che, pure subendo costantemente, soprattutto il sinistro in diretto dell’avversario, non mostrava sintomi di cedimento. Ci si attendeva che, con il passare delle riprese, Vugdelija avrebbe maggiormente accusato la fatica di un  combattimento fatto senza pausa alcuna. Così non è stato ed alla undicesima ripresa il croato ha innestato la marcia avanti e per Larghetti sono iniziati guai seri: più lento nei colpi ed affaticato nel fisico non è stato più in grado di controllare  l’avversario e di fermarlo nelle sue fasi offensive. Ha dovuto accettare la battaglia, stringere i denti ed amministrare il vantaggio sino ad allora accumulato. Sorretto da un tifo scatenato ha dimostrato di essere un campione vero, perché è nelle difficoltà che ci si aspetta lo scatto d’orgoglio che Larghetti ha dimostrato di esprimere ampiamente.

Un avversario per nulla facile–  ha detto a fine match-. Ho accusato un destraccio all’inizio della undicesima i cui effetti mi hanno limitato fino alla fine. Penso comunque di avere fatto un buon match e di avere regalato al mio pubblico se non il migliore Larghetti sicuramente uno spettacolo di primordine ed una grossa dimostrazione di carattere. Per quanto riguarda il futuro prossimo Cherchi e Massai sapranno come regolarsi,io penso solo a fare del mio meglio sul ring”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...