KEKEO DECIDE IL DERBY FRA URBINO E FERMIGNANESE

Pari Peglio a Villa San Martino, Santa Cecilia cede di misura

L’Urbino Pieve di questi tempi è un osso davvero duro e se ne accorge anche la Fermignanese che rimedia la settimana sconfitta stagionale, arrivata grazie ad un gol nella ripresa del colored Kekeo. I ducali si presentano con gli stessi undici della gara vinta a Peglio ad eccezione del rientrante Lapi in luogo di Ermanni e quindi Sisti in attacco supportato da Manna, Gambi a centrocampo a fianco dell’ex Vis Pesaro, Pierotti terzino sinistro, Balducci difensore centrale mentre la risposta laniera è affidata al duo Teodori – Bruscia, N. Serafini e Biagiotti gli esterni, Ndoj e Cleri compongono la mediana, solo panchina per Lupini. Predominio territoriale della Fermignanese nel1°tempo e l’occasione più nitida capita a Bruscia ma la sua conclusione termina sulla traversa; meglio l’Urbino nella prima parte della ripresa con l’ingresso di Kekeo che smuove il reparto offensivo ed è proprio il giovane attaccante di casa a risolvere questo sentitissimo derby insaccando di testa sugli sviluppi di un corner (50′). Gli ospiti cercano di reagire anche grazie ai cambi effettuati da Pessina (Lupini, Ruggiero e Ducci) ma la porta di Rossi (paratona su diagonale di Bruscia) rimarrà inviolata fino al triplice fischio finale.

Pareggio voleva e pareggio ha ottenuto il Peglio che esce con uno scialbo 0-0 dal sintetico di Villa San Martino al termine di una gara tutt’altro che spettacolare; senza Boinaga e Mouaoui squalificati, D. Baldelli torna al centro difesa a fianco di Londei, Venturini e Lucciarini i terzini, in mezzo al campo si rivede Tonin assieme ad Elia Leoni, Enea Leoni scivola a sinistra, Antoniucci a destra, Paiadini – A. Baldelli i due d’attacco. Anche il Villa San Martino lamenta qualche assenza (Righi, Pangrazi, Parisi, Giangolini) ed affida a Muratori, Giancarli e Carbonari il compito di offendere. I padroni di casa cercano per tutta la gara di dettare il gioco ma l’estremo Sensi non ha dovuto correre particolari rischi sui tentativi di Muratori, apparso il più in palla dei suoi. Buona prova difensiva della formazione ospite che si è limitata a qualche sortita in contropiede senza impensierire più di tanto l’estremo Gregori.

Torna a vincere il Barbara e lo fa di misura contro il fanalino di coda Santa Cecilia che gioca una discreta gara dal punto di vista difensivo ma esce dal confronto a mani vuote; Cervellera gioca senza attaccanti (Brardinoni e Paoli fuori) ed il più offensivo è Rombaldoni con un folto centrocampo a supporto (Tallarini e Sacchi sulle fasce, Pierleoni, Paiardini e Annibalini in mezzo), in difesa torna Ranocchi vicino a Meliffi mentre nel Barbara Costieri è in panchina, reparto offensivo presidiato da Renani M., Rossini e Puerini. Nei primi 45 di gioco, i durantini si difendono con ordine dimostrando di non merito affatto l’ultimo posto, il Barbara costruisce qualche azione pericolosa con N. Mattioli, Puerini e C. Pigna ma Saltarelli non si fa sorprendere. Ad inizio ripresa la musica cambia: l’estremo ospite si salva su Rossini ma non successivamente (50′) quando, dopo la solita volata a destra di Rossini, il suo servizio al centro è raccolto da bomber Puerini che insacca. Azione fotocopia 10 minuti più tardi ma stavolta la difesa di Cervellera si salva; finirà 1-0 perchè i tentativi di Sacchi e Paiardini non daranno fastidio al portiere di casa Bruzzesi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...