BASKET SERIE C REGIONALE: URBANIA FACILE CON SAN SEVERINO

Sconfitte pesanti per Fermignano e Cagli

USD Pallacanestro Urbania 74
Amatori San Severino 53
(21-8, 21-14, 14-15, 18-16)
USD Pallacanestro Urbania: Baldassarri 6, Spagna 11, Biagetti 12, Marini 0, Morelli 3, Federici 5, Matteucci 8, Tancini 1, Catani 0, Diana 5, Dziho 6, Facenda 17 – All. D’Amato-Biagetti
Amatori San Severino: Vignati L. 18, Ercoli 2, Trillini 2, Buresta 3, Vissani 12, Vignati G. 4, Foglia 0, Eclizietta 0, Uncini 8, Cruciani 0, Lupo 4 – All. Formentini
Arbitri: Vedovi e Falcinelli
Campo di gara: Palazzetto dello Sport – Piazza Nicolò Pellipario – Urbania (PU)
Urbania: Continua l’ottimo momento della Pallacanestro Urbania che dopo la vittoria nella gara di recupero con il Tolentino si conferma ancora tra le mura amiche superando il fanalino di coda San Severino e posizionandosi nelle parti nobili della classifica. Alla contesa coach D’Amato sceglie ancora di partire senza play-maker di ruolo affidando la regia a Biagetti con Baldassarri e Diana come esterni e la coppia Matteucci-Facenda sotto canestro mentre dalla parte opposta Formentini propone Trillini in regia con Buresta e Vissani da esterni e Uncini e Cruciani sotto le plance. Sin dall’avvio è subito evidente la differenza tra le due compagini e dalle prime azioni è l’Urbania a dettare il ritmo e imporre il proprio gioco. L’Amatori avanti solo sul 3 a 2 grazie alla bomba di Vissani ma da li in poi è monologo durantino grazie alle incursioni di Biagetti, alla vena offensiva di Facenda e alla difesa di Diana sul bomber settempedano che dopo la bomba nella prima azione non trova più la via del canestro. Il primo quarto scorre veloce con i biancorossi che si distendono agevolmente in contropiede e il gli ospiti imbrigliati in una difesa puntuale e attenta che lascia pochi varchi agli uomini di Formentini. Alla prima sirena il tabellone è eloquente e segna 21 a 8.

Nel secondo quarto la musica non cambia ed è sempre l’Urbania ad incrementare il vantaggio con gli ospiti che, grazie ad Uncini con qualche buona iniziativa in penetrazione e a Vignati, temibile cecchino dalla lunga distanza, cercano di rendere meno agevole la vittoria ai padroni di casa. Formentini prova in tutti i modi ad arginare i biancorossi avvicendando con frequenza gli uomini in campo ma la differenza di caratura tecnica è palese il massimo vantaggio tocca quota 24. Alla fine del secondo quarto la Pallacanestro Urbania è lontana e con un parziale di 21 a 14 i biancorossi durantini alla sirena sono sul + 20 (42 a 22).
Quando si rientra dalla pausa lunga il San Severino prova a ricucire parzialmente lo svantaggio sfruttando qualche disattenzione dei locali e grazie alla mano calda di Vignati che dalla lunga piazza subito un 2 su 2 che risveglia i durantini. La difesa a zona dei  settempedani porta qualche frutto e il quarto rimane più equilibrato anche perchè D’Amato sceglie di far rifiatare Facenda mettendo in campo il giovanissimo Dziho. Il lungo al suo esordio stagionale risponde subito presente dominando sotto il canestro avversario e dopo qualche tiro di assestamento, mette a segno 3 canestri importanti che frenano la rincorsa degli ospiti. Il quarto va al San Severino che chiude sul 15 a 14 anche se l’Urbania è lontana (56 a 37).
Ultimo periodo è solo per la cronaca con Facenda che rimpingua il proprio bottino personale e Baldassarri che termina il digiuno di canestri infilando sei punti consecutivi che permettono ai durantini di allungare ancora riportando il vantaggio agli oltre 20 punti. D’Amato ruota tutti i suoi effettivi che rispondono mettendo in campo, nonostante il vantaggio acquisito, intensità e concentrazione. Per gli ospiti Vignati e Vissani sono gli ultimi ad ammainare bandiera bianca e Formentini dalla panchina, nonostante il divario tra le due compagini, continua a spronare i suoi per onorare l’incontro e per non lasciar dilagare l’Urbania. Si gioca fino alla sirena finale con il tabellone che allo scadere sancisce la vittoria dei durantini con il punteggio di 74 a 53.
Per la Pallacanestro Urbania ottima prova di tutto il collettivo con i soliti Biagetti e Facenda a farla da padrone. Ottima prova di tutto il pacchetto di lunghi durantino, sempre concreti Matteucci e Spagna con l’esordiente Dziho generoso e di certo non timido in fase conclusiva. Top scorer per i biancorossi ancora Facenda che, oltre ai 17 punti e i tanti rimbalzi, si è destreggiato e divertito nello smarcare i compagni a canestro.
Per il San Severino da elogiare l’intensità messa in campo da tutti i ragazzi di Formentini per tutti i 40 minuti di gioco. Ottima la prova del più giovane dei fratelli Vignati, Leonardo, che ha chiuso con 18 punti rasentando la perfezione nel tiro dalla lunga distanza. Un po’ sotto tono Vissani che ha subito la continua pressione difensiva di Diana e Biagetti.
Terzo vittoria consecutiva per i biancorossi e due punti importanti che consolidano la posizione in classifica e che li proiettano nelle parti alte della classifica in attesa di pareggiare il conto delle gare disputane nel recupero del 4 dicembre in casa del Cagli.
Prossimo turno difficile per Facenda & Company che andranno a far visita ai cugini del Fermignano reduci da due brucianti sconfitte in terra umbra e che vorranno di certo riscattarsi nel derby più sentito e caldo della stagione.
Per la cronaca è stato osservato un minuto di silenzio prima dell’avvio del march in memoria delle vittime dell’alluvione in Sardegna. (fonte http://www.uspurbania.blogspot.it)

BASKET PONTEVECCHIO – PALL. FERMIGNANO 76-57
Parziali: 25-14, 22-13, 18-15, 11-15.
Arbitri: Silvi e Scipioni

PONTEVECCHIO: Capponi 14, Tomassini 3, Anastasi 7, Domenis 4 Tonzani 1, Prosciutti 1 Furfaro 12, Patani, Caridà 7, Portillo 10, Giovagnoli 9. Allenatore Antonelli
FERMIGNANO: Acquaroli 6, Paci 1, Cassese 6, Spadoni 5, Tagnani 22, Santi Ste. 2, Vichi 12, Santi M., Pershqefa 1, Bacciardi 2 Fontanella 4, Alleruzzo Allenatore Paolucci

La migliore Ponte Vecchio della stagione non lascia scampo ad un Fermignano sorpreso dalla verve dei padroni di casa, e da una rapidissima circolazione della palla che a turno ha sortito l´effetto di pescare di volta in volta il tiratore più libero. Si comincia subito con il piede giusto, sull´asse Capponi – Anastasi sostenuti da un Furfaro che partendo dal quintetto base offre davvero un prestazione convincente.Fermignano ci prova, replica con la solidità sotto canestro di Vichi e poi cercando di fermare la piena con la zona 3-2, ma non è serata: la Grifo Latte Prontogreen gioca con grande fluidità in attacco e alterna a dovere le soluzioni da dentro l´area al tiro da tre punti, che peraltro registra percentuali considerevoli. Trend che non cambia nel secondo quarto, quando coach Antonelli pesca a piene mani dalla panchina con il chiaro intento di mantenere elevata l´intensità del gioco. L´ingresso di Caridà e e Tomassini frutta subito produziuone offensiva ed anche il contributo del giovane Patani è solido in chiave difensiva e a rimbalzo. 47-27 alla pausa lunga, durante la quale va di nuovo in scena la colorata gara del T-Shot, con grande presenza dei ragazzi delle giovanili che tentano il canstro da centrocampo per aggiudicarsi i premi messi in palio dal Negozio Petrolio, specializzato in scarpe e abbigliamento sportivo. Si riprende con la stessa musica: i ponteggiani tengono premuto il pedale dell´acceleratore fino a che il vantaggio raggiunge quota 31, poi, in chiusura della terza frazione arriva finalmente la reazione degli ospiti. E´ Tagnani a farsi carico di scuotere i suoi approfittando di qualche errore di troppo della Ponte Vecchio, che continua a costruirsi buone opportunità di tiro ma è meno precisa, soprattutto da sotto misura. L´esterno di Fermignano si costruisce da solo alcune giocate uno contro uno molto efficaci, e riesce a tirarsi dietro Acquaroli e Cassese, che ricuciono in parte la distanza. Anche l´agonismo sale un po´ in vista del traguardo, i marchigiani approfittano del passaggio a vuoto dei ponteggiani per risalire a meno 10, quando Capponi e Parretta chiudono definitivamente i conti, amministrando fino al 76-57 finale.

PALLACANESTRO CAGLI – ASS. BASKET TOLENTINO 61-82

CAGLI: Cerini, Marchionni 2, Pupita, Pieri ne, Damiani ne, Tassi 12, Mensà 4, Betti 4, Sorcinelli 14, Rosa 9, Velispahic 16. All. Rinolfi
TOLENTINO: Scalzini, Nobili 4, Sagripanti 8, Rossi 20, Bass, Francesconi 2, Pellicioni 13, Paggi 9, Samarzic 7, Porfiri, Reggio 3, Bizzarri 16. All. Cecchini
parziali 19-16, 11-27, 15-19, 16-20.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...