AMARANTI, UN URBINATE NELLA SAMB CAPOLISTA

Il terzino classe ’79 in esclusiva per Ultime dai Campi

“Un capitano, c’è solo un capitano” è il coro riservato alle bandiere del calcio moderno e lui, Marco Amaranti da Urbino, per 8 anni è stato la bandiera del Fano, del quale ha indossato anche la fascia da capitano nelle stagioni in Serie D e Lega Pro. Poi, in estate la svolta: la retrocessione in Serie D significa per lui caduta del contratto, nei progetti della nuova dirigenza granata non c’è posto per il ragazzo urbinate. Dopo aver svolto la preparazione con i disoccupati a Coverciano, ecco la chiamata della Sambenedettese del nuovo corso targato Gianni Moneti : “Dopo 8 anni bellissimi, si è interrotto il rapporto con l’Alma – esordisce Amaranti – la Samb è la Samb e con tutto il rispetto per le altre squadre, non si tratta di una semplice squadra di Eccellenza. Qui si mastica aria di calcio vero e per questo non mi ha pesato scendere di categoria”. Per te un inizio di stagione ritardato a causa di un infortunio ma una volta entrato in condizione, hai confermato di essere un motorino instancabile sulla sinistra e tutta la squadra ne ha giovato. 

Sambenedettese a parte, come hai trovato il livello di questo campionato di Eccellenza? “Di quelle affrontate finora – continua il terzino sinistro rossoblù –  ritengo che la Folgore Falerone stia facendo meno delle potenzialità che ha, mentre Montegiorgio e Castelfidardo sono due squadre con ottime individualità e molto compatte, che uniscono un mix di quantità e qualità”. Riguardo a Urbania e Cagliese, Amaranti esprime con chiarezza il suo pensiero: “Come ho già detto anche a mister Ceccarini, all’Urbania dico semplicemente bravi perchè la società è un esempio per il territorio, in quanto da anni disputa a buoni livelli un campionato difficile come l’Eccellenza con i ragazzi del posto. Riguardo la Cagliese del mio amico Cipolla, sono contento per la vittoria di Porto Sant’Elpidio ed auguro loro di risalire presto la china, ovviamente non da questa domenica (domenica ci sarà Cagliese – Sambenedettese)“.

Squadre di livello ed ovviamente anche giocatori di livello: “Dopo le nuove leggi della Lega Pro che hanno e avranno una reazione a cascata di ottimi giocatori nelle serie minori, vedo ci sono tanti over che rendono competitivo il torneo e se devo sbilanciarmi mi viene in mente Pesaresi della Vigor Senigallia. Una nota di merito anche agli under dell’Urbania, oltre ai miei compagni più giovani alla Samb”.

Infine, una provocazione, +7 sul Castelfidardo, campionato finito? “Bhè sulla provocazione non ci casco, il campionato è ancora lunghissimo e noi per mille motivi dobbiamo vincerlo”.

Grazie Marco ed in bocca al lupo per il proseguimento della tua carriera!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...