GIACCHI SEGNA NELLA SUA PORTA, TRODICA DI MISURA A CAGLI

Cossa si fa parare un rigore nel primo tempo

Si deve nuovamente mordere le mani la Cagliese che sbaglia l’ennesimo calcio di rigore, non sfrutta un tempo in superiorità numerica e nel finale viene beffata dal Trodica: 1-0 il risultato a favore del team di Morreale che continua il suo momento d’oro (5 vittorie consecutive) e resta in scia di Biagio Nazzaro e Castelfidardo, seconde forze del campionato. Cipolla è squalificato così come Marcucci e Casavecchia, dunque davanti con Cossa e Bruscaglia c’è spazio per Giacchi, Rebiscini davanti alla difesa, Painelli e Pierpaoli le due mezzali, nel pacchetto arretrato Giorgini scivola al centro al fianco di A. Bucci, Pieretti e l’esordiente Ferri ai lati mentre nel Trodica, i due terminali offensivi sono Ramadori e Aquino, Ciucci e Tartabini sugli esterni, Meschini e Petruzzelli in mediana,  Iommi, Polinesi, Cento e Monteneri i 4 difensori. Il campo infame non permette grosse trame di gioco anche se il Trodica fa subito capire di che pasta è fatto sporcando i guanti di Ponzoni con Ciucci (18′) dopo un’azione corale; il portiere giallorosso disputa un primo tempo da 8 in pagella disinnescando il tentativo di Ramadori (21′) e volando sul colpo di testa di Polinesi (40′), nato da un corner dopo un’altra parata su Ciucci. La Cagliese? La squadra di Cipolla, come al solito, mette in campo tanta grinta e voglia di fare e dopo un timido tentativo di Bruscaglia, ha una grossa chance nel recupero: la punizione dal limite battuta da Cossa finisce sulla barriera ma mentre la palla sta scivolando fuori, l’under Ciucci colpisce in piena area di rigore Pierpaoli, Marconi di Ancona lo espelle ed indica il dischetto, l’estremo Recchi blocca la trasformazione di Cossa.  Nella ripresa, i due tecnici inseriscono forze fresche (Catena per Ferri nella Cagliese, Leava e Marcaccio per Tartabini e Aquino nel Trodica) ma è ancora la formazione ospite, quadrata e molto esperta, a farsi preferire: al 57′ è il montante a salvare Ponzoni sull’incornata di Petruzzelli. Sembra impossibile evitare il pari ad occhiali ed invece succede che al’83, un cross innocuo di Petruzzelli trova la testa di Giacchi che infila il proprio portiere tra la disperazione dei locali; non si dà per vinto l’undici giallorosso che, a tempo scaduto,  rimedia un altro calcio piazzato dai 20 metri (fallo su Bruscaglia), Recchi si conferma uno dei migliori della categoria e mette in corner il tentativo di Cossa. Lo stesso numero 11 di casa viene steso in area sul corner seguente, è rigore per tutti ma non per il direttore di gara che poco dopo fischia la fine delle ostilità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...