CALCIO A 5: GNANO SEMPRE AL TOP

Dall’insolito “monday night match” arriva pronta la risposta del Peglio che non molla.

Anche i più scettici stanno iniziando a prendere in considerazione il “fenomeno Gnano”. La creatura di Toni Angeli non è più infatti una meteora, dopo un’altra vittoria è ormai una consolidata realtà che, anche se con un solo punto di vantaggio, mira dritta al primo posto. I detrattori della squadra laniera oppongono la giovane età e l’ ” inesperienza” dei ragazzi fermignanesi, che alla lunga potrebbe portare qualche vantaggio alla diretta avversaria, il Peglio, squadra navigata ed esperta con tanti “lupi di mare” del futsal nostrano come i vari Alessandroni, Canti e Pierantoni, gente che da sempre milita in queste categorie e non ha certo vertigini da cima della classifica. La risposta, come al solito, lo Gnano l’ha data sul campo con un’altra perentoria vittoria.

Sussulto del Piobbico che vince alla Smirra ma non senza patemi. Alla fine la spuntano le Tigri del Nerone grazie anche a quell’inossidabile Anedda che si regala un’altra doppietta confermandosi ormai bomber e trascinatore dei biancoblu. Lo Smirra sempre volenteroso e grintoso tenta di resistere in tutti i modi ma deve piegarsi poi agli uomini di Venturini per un totale di 6-4. Le reti sono di Cardinale (x2), Mei e Bucci N. per i locali, mentre per l’Audax a segno come detto Anedda con due reti, Venturini,  Cardinetti, Latessa e Pagnetti.

L’Acqualagna trionfa nella trasferta contro il Passepartout per 8-1. Esordio da dimenticare per il nuovo mister fanese Farnese che vede gli ospiti dilagare già nel primo tempo per 5-1 nonostante una partenza più decisa dei suoi ragazzi. Sugli scudi Serafini autore di 4 goal che tengono l’Acqualagna ad un passo dai playoff.

Harakiri Real Vado contro il Gallo, con la sfida tra bomber vinta da Ronny Lenti a discapito di Donnini (tre reti per lui), con la punta del Gallo capace da solo di tenere in scacco l’intera squadra avversaria e di chiudere la serata con 5 goal all’attivo. Partono bene i locali di mister Ciotti che chiudono il primo tempo sul 3-2 per un errore di Carloni che consente agli ospiti di accorciare. Nella seconda frazion il Real Vado arriva al 4-2, ma da lì arriva il blak out che fa prima pareggiare gli ospiti e poi vincere per 6-5, nel nome di Ronny.

Sparta sul velluto contro il Futsal Pesaro. Nella palestra dell’Annunziata la legge degli urbinati schianta di netto i pesaresi con un sonoro 7-2 doe segnano tutti gli spartani. Pagnoni, Amadori, Pierini, Marra, Ovarelli e Pascucci (x2) sono i mattatori della serata, mentre per i pesaresi le reti portano la firmadi Dridi. Sparta saldamente ancorato alla zona playoff.

L’Urbania non è invincibile e il suo punto debole potrebbero essere le trasferte dove scopre un pò il fianco agli attacchi dei rivali. Se aggiungiamo un Pieve d’Ico in serata di grazia, messo in campo con saggezza tattica da mister Martelli, ecco spiegato il 6-4 di Mercatello sul Metauro tra Pieve d’Ico e Barco Urbania.  Nella sua stagione d’oro anche un solo goal per Pazzaglia fa notizia, mentre da segnalare l’infortunio a Ottaviani, sostituito da Mencarini. Nel Pieve d’Ico  bel gioco corale e gara difensivamente al limite della perfezione, con Bonci che si concede anche un goal.

Il Peglio è costretto a vincere nel posticipo del lunedì e infatti le aspettative non sono deluse. Mai a rischio il successo, con i pegliesi che hanno in mano il pallino del gioco per tutti i 60 minuti. Le reti portano la firma di Alessandroni, Antoniucci, Bicchiarelli, Canti, Catani e Pagliardini. Per gli ospiti del presidente-mister Pezzullo va in rete con Khodelaji e Sorcinelli.

Cuore, sudore e cervello per questo Gnano a firma Toni Angeli. Seppur non nelle serate stellari alle quali ci ha abituato, i fermignanesi rimontano l’ 1-2 inizale fino a riportarlo sul definitivo 7-5.  Il Frontone non demeriterrebe e si arrende solo nel finale, dopo essere tornato sotto soltanto di una rete. Nelle parole dello Gnano il senso della serata: <Non ci siamo proprio abituati alla testa della classifica -dicono i fermignanesi- e la tensione e il braccino della prima della classe ci ha proprio giocato un brutto scherzo,ma la vittoria alla fine è stata meritata perchè voluta un po’ più degli altri ma il gioco veloce e la grinta che ci ha portato fino a qua proprio non c’è stato. Peccato perchè in casa c’era anche un po’ di pubblico che voleva rivedere il bel Gnano delle altre volte>.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...