LAZZARINI PROFETA IN PATRIA: “IL MIO CARPEGNA VUOLE LA SALVEZZA”

L’allenatore della matricola biancoazzurra parla per Ultime dai Campi

In estate, diversi addetti ai lavori lo pronosticavano come uno dei candidati alla retrocessione ma il campo li sta smentendo: il Carpegna, con i suoi 27 punti, viaggia a centro classifica con un vantaggio di 6 punti sul Tavoleto quintultimo ed inoltre è l’unica formazione ad aver sconfitto le prime due della classe, Cantiano e Lunano, entrambe per 2-1. Artefice di quest’ottimo campionato del sodalizio carpegnolo è senza dubbio l’allenatore, Stefano Lazzarini, che ha rilasciato alcune dichiarazioni per il nostro blog.

 

1. QUAL’E’ IL SEGRETO DEL CARPEGNA PER QUESTO BEL CAMPIONATO?

Lavoro intenso e un grande gruppo, dove tutti i componenti accettano le mie decisioni.

2. QUALE SQUADRA VEDI FAVORITA PER IL PRIMO POSTO?

Credo che sarà un duello all’ultimo secondo, tra il Cantiano e il Lunano, anche se il Cantiano ha un vantaggio in più, avendo lo scontro diretto fra le mura amiche.

3. CHE EFFETTO FA ALLENARE IL PROPRIO FIGLIO?

Allenare mio figlio è una cosa davvero emozionante, ma allo stesso tempo molto difficile. Ad ogni contrasto di fallo mi viene la pelle d’oca, con l’ansia che si possa far male. Poi gli dico sempre che il posto da titolare se lo deve guadagnare, altrimenti la gente potrebbe pensare che lo faccio giocare solo perchè è mio figlio. Per la prossima stagione spero che possa trovare una squadra di categoria superiore, (perchè le qualità le ha) per provare emozioni diverse e società differenti.

4. QUAL’E’, SECONDO TE, LA RIVELAZIONE DEL CARPEGNA PER QUESTA STAGIONE?

Da parte mia è difficile elogiare il singolo, anche il d.s. Mazzoli mi ha messo a disposizione giocatori molto validi, in particolar modo sono rimasto veramente contento dell’impegno e della professionalità dei giovani Manuel Lauretta (’96), Giacomo Marchini (’95), Jacopo Pueri (’95) e il nostro portierino (saracinesca biancoazzura) Pasquale Soru (’93).

5. UN COMMENTO SUL GIOCATORE PIU’ ANZIANO DELLA PROVINCIA?

Un applauso speciale all’ultra 50enne e “nonno biancoazzurro” Glauco Paladini, che anche domenica contro la capolista Cantiano, ha diretto la difesa in maniera magistrale, ed è stato uno dei migliori. Un professionista.

6. UN COMMENTO DOPO LO SCHERZETTO ALLA CAPOLISTA DI DOMENICA:

Ad aver battuto la capolista, senza 6 titolari, ho provato un’emozione unica, anche perchè abbiamo giocato veramente bene. Abbiamo fatto un’impresa davvero straordinaria. Ora siamo impegnati a raggiungere il prima possibile la sperata salvezza.

Ringrazio la redazione di Ultime dai Campi che seguo spesso volentieri, e gli faccio i miei complimenti ed un imbocca al lupo per un corretto proseguimento (si ringrazia Nicolas Mazzoli)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...