CALCIO A 5: GNANO GIOCA IL JOLLY, PEGLIO PERDE L’OCCASIONE BUONA

Assieme all’Urbino sconfitte tutte e tre le pretendenti al titolo, pollice sù solo per il Pieve d’Ico.

Notte di passione per lo Gnano che si addormenta venerdì notte con la prospettiva, o meglio l’incubo, di trovarsi sabato sera il Peglio in testa alla classifica. Sul banco degli imputati la sconfitta esterna degli uomini di Angeli al PalaMolinello di Sant’Angelo in Vado, con i pegliesi attesi il sabato a Pesaro dal Futsal. Ma se “il calcio è strano” (cit.) il calcetto è stranissimo…

Lo Smirra non ripete l’impresa della scorsa settimana e a Frontone non può nulla contro i locali che vincono 5-3. Per gli uomini di  Fulvi a segno De Pietri, Trufelli, Pantaleoni e double di Betti. Per la Smira Vernarecci e Saraga (x2).

Il Forum incappa nella seconda sconfitta, condannata da un Passepartout in formato trasferta. Partita vivace e combattuta da entrambe le parti, con i padroni di casa avanti di due reti all’intervallo. Nella ripresa il moto d’orgoglio del Passepartout porta avanti definitivamente gli ospiti. Sorcinelli, Mascarucci, Eusepi e doppio Carollo per i forsempronesi, mentre  per i fanesi Inserra e Gaggi D. accompagnano le doppiette di Gaggi M. e mister Farnese.

La notizia è la sconfitta interna dell’Urbania, evento che non si ripete molto spesso. Per l’ultima piazza dei playoff  -prima del match 4 lunghezze a favore dei barchensi dividevano le due squadre- ora è tutto riaperto. Se nel primo tempo pareva il solito monologo di Pazzaglia e Co. , nella ripresa risorge la migliore Acqualagna trascinata da un Picchi in forma stellare che ne segna addirittura 5. Il Barco si fa risucchiare nel vortice della sconfitta rischiando più volte la rete, ma il finale è 5-6 per la squadra di mister Sedani. Ora è bagarre per l’ultimo posto play-off con i durantini che conservano un solo punto di vantaggio.

Audax Piobbico – Sparta Urbino: le Tigri non mollano mai, e risorgono dal proprio letargo con un moto di grinta proprio contro lo Sparta. Alle Acque Minerali Venturini mette in campo una squadra tutta “tigna” che riesce a domare i tentativi ospiti. Trascinatore ancora Anedda, giocatore di indubbia classe che non molla mai, due reti le sue nella serata. Il 4-2 finale pesa nell’economia del campionato degli spartani, che in virtù dei risultati delle altre squadre potevano ambire alla testa della classifica con una vittoria.

Nella giornata storta per le grandi ad approfittarne è solo il Pieve d’Ico che con gli uomini migliori liquida il Gallo di mister Battistelli. Con l’innesto di Agostini in porta al posto dell’infortunato Bonci, i mercatellesi si impongono  con fermezza e senza eccessivi patemi. Garavani ne mette 4, Lentinello, Patarchi e Del Gallo uno a testa. In silenzio e senza clamore il Pieve continua la sua rincorsa al vertice che lo vede ora al terzo posto, a due punti dalla vetta.

<Avremmo potuto tirare fino a notte e non sarebbe entrata>. E’ questa la sintesi della partita tra Pesaro e Peglio. Poteva essere l’occasione d’oro per il definitivo sorpasso della band di Canti, ma il destino aveva altro in serbo. Senza Pierantoni i pegliesi non riescono a gonfiare la rete dei pesaresi e allora con cinismo ne approfitta il Futsal. Vagnini, De Santis, Ranieli e Pieri: quattro firme per un perentorio 4 a 0. Chissà se si ripeterà l’occasione per il Peglio di un sorpasso sullo Gnano capolista, a sole 5 giornate dalla fine.

DSC_9351Quale divinità dovranno ringraziare gli uomini di Angeli per il mancato sorpasso del Peglio? In fin dei conti questo stop imprevisto, che lascia la situazione invariata, di fatto fa guadagnare una giornata utile ai lanieri. Quando arrivati a S.Angelo i fermignanesi si trovano di fronte il miglior Real Vado della stagione c’è poco da fare. Mister Ciotti indovina presto la mossa vincente: con Carloni e Donnini poco utilizzati, spazio ad una rotazione veloce e agile con Dini, i due Guerra, Valentini e Cocchi sempre pronti a far male. Tutto più difficile per gli ospiti se poi torna il miglior Alex Guerra (FOTO), ancora ai livelli della scorsa stagione, con 5 reti una più bella dell’altra. Gli ospiti non mollano mai però, e restano sempre incollati ai locali rispondendo rete su rete, grazie anche ad un Carfagnini in gran forma che si carica in spalla tutto il peso offensivo (saranno 4 le sue reti). Finisce con un 6-5 per il Vado, con gli ospiti che finiscono giocando a 5 ma senza mai impensierire Max Bravi. Poteva essere il canto del cigno dello Gnano, invece a 5 giornate dal termine Marchionni e compagni dovranno abbassare la testa e cercare di non commettere piu errori per arrivare alla vittoria finale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...