BASKET SERIE C REGIONALE: URBANIA CORSARA A SAN SEVERINO

Fermignano supera Pontevecchio, solo 34 punti per il Cagli a Tolentino

AMATORI SAN SEVERINO – PALL. URBANIA 57-76

SAN SEVERINO: Vignati 2, Ercoli 2, Trillini 2, Buresta 10, Vissani 20, Reggio, Antinori, Foglia ne, Miconi ne, Uncini 21, Lupo. All. Formentini

URBANIA: Baldassarri 2, Spagna 5, Biagetti 17, Marini 3, Morelli 14, Federici ne, Matteucci 11, Tancini, Catani 11, Diana 12, Dzhio 5, Facenda 7. All. D’Amato-Biagetti

 

PALL. FERMIGNANO – PONTEVECCHIO BASKET 74-63

FERMIGNANO: Acquaroli, Cassese 18, Spadoni 4, Tagnani 13, Marchionni 12, Vichi 14, Santi M, Pershquefa, Santi S. 8, Bacciardi, Fontanella, Paci 4. Allenatore Paolucci

PONTEVECCHIO: Capponi 7, Tonzani 4, Patani, Vitalesta, Domenis, Anastasi 9, Parretta 11, Portillo 7, Carida 12, Giovagnoli 12, Gionangeli. Allenatore Antonelli

Parziali: 9-16; 22-16; 18-11; 25-20

Arbitri: Arbitri Iacomucci e Buresta

Una coriacea Pontevecchio non riesce a violare l’ostico campo di Fermignano e deve arrendersi nelle battute finali alla solidità di Vichi e compagni. Sin dalle prime battute Capponi e soci partono con il piglio giusto con Parretta in cabina di regia, bravo sia nel concludere a canestro che a servire nel pitturato i pivot Portillo e Giovagnoli, abili a trasformare in canestri gli assist del play ponteggiano. La panchina locale ricorre subito al time out e cambia inevitabilmente difesa schierandosi a zona 3-2 per far perdere di ritmo l’attacco degli ospiti. In effetti, nonostante la buona circolazione della palla e trovando facili conclusioni dall’arco con i frombolieri Anastasi e Caridà, gli ospiti perdono un po’ di giri perché non è proprio serata di grazia al tiro e Vichi e Tagnani iniziano a dare non pochi problemi ai giovani ponteggiani che comunque reggono l’urto e chiudono avanti lo stesso all’intervallo (31-32). Al rientro dalla pausa lunga l’attacco ponteggiano continua a macinare gioco ma la palla non ne vuole sapere di entrare nel canestro e il più attivo in questo inizio di periodo,  proprio a rimbalzo offensivo, è Patani.  Il break importante lo scava il giovane Cassese che inizia a far male sia dall’arco che in penetrazione portando avanti i propri compagni (49-43) prima degli ultimi 10 minuti di gioco. Nell’ultimo minitempo i ponteggiani si rifanno sotto grazie alle invenzioni di Parretta che continua a sfornare assist per i compagni e innesca Anastasi che mette la bomba del pareggio dalla linea dei 6,75. Poco dopo tuttavia, la guardia ponteggiana viene messa fuori causa da un blocco ai limiti del regolamento non ravvisato dai fischietti marchigiani e così, poco a poco,  i locali ne approfittano realizzando con precisione i tiri liberi. Dall´altra parte, la scarsa circolazione di palla degli ultimi minuti è fatale e gli ospiti devono lasciare i 2 punti in quel di Fermignano

 

TOLENTINO-CAGLI: 73-34

TOLENTINO: Capponi 3, Nobili 4, Sagripanti 10, Rossi 12, Servadio 6, Francesconi 8, Giuliani 2, Pelliccioni 10, Lancioni 13, Samarzic 2, Porfiri 3, Paggi. All. Cecchini

CAGLI: Rucoli 3, Marchionni, Mariotti, Pieri 10, Beltramini 10, Tassi, Mensà 2, Betti 2, Sorcinelli 3, Rosa 4, Velispahic. All. Rinolfi.

PARZIALI: 22-9, 22-10, 16-9, 13-6.

ARBITRI: Marinelli e Antimiani

Uno spumeggiante Tolentino impiega un solo tempo per liquidare la pratica Cagli e puntellare il secondo posto in graduatoria. Sembra di rivedere la squadra di inizio stagione, quella che cannibalizzava gli avversari, senza distinguere tra squadre di rango e meno nobili, trattate tutte alla stessa stregua, cioè stordite con aggressività e ritmi asfissianti. Dopo la sofferta vittoria di Umbertide, stasera invece una gara di assoluta tranquillità al cospetto di un avversario dimesso e senza il giusto spirito combattivo, che si complica subito la vita subendo un parziale iniziale di 9-0 in appena due minuti, tanto da costringere coach Rinolfi al prematuro time out. Tolentino continua a spingere sull’acceleratore in attacco e a difendere forte; al 7’ siamo già sul +10 (14-4, dopo la bomba di Lancioni). Coach Cecchini, che deve fare a meno di Bizzarri, ma recupera Paggi, concede ampie rotazioni a tutti i suoi uomini e tutti rispondono con prestazioni all’altezza. Sagripanti, il più efficace in questa fase iniziale, difende e segna, ben coadiuvato dai compagni; Francesconi lotta sotto le plance e recupera rimbalzi, al pari di un efficace Servadio; Lancioni orchestra con sapienza la squadra e trova anche canestri sopraffini; Rossi entra e subito si mette in mostra, sigillando un primo quarto capolavoro con la bomba a fil di sirena (22-9). Nella seconda frazione i locali iniziano un po’ a rifiatare e ad abbassare il ritmo della gara, ma i risultati non ne risentono perché il divario rimane sempre consistente e, nel corso del quarto, progressivamente aumenta, grazie alle giocate degli esterni (30-13 al 16’). Beltramini e Pieri provano a tenere a galla Cagli, ma quando Tolentino inizia a correre c’è ben poco da fare: coach Rinolfi prova a parlarci sopra, ma il trend non cambia, anche se cambiano i protagonisti in campo, con i giovani Samarzic, Porfiri gettati nella mischia già al 18’. Nel finale di secondo quarto, protagonisti prima Beltramini e Pieri, poi sulla sirena la bomba di Porfiri fissa l’eloquente 44-19. Al rientro in campo, si ricomincia come si era chiuso, con Lancioni ancora protagonista in cabina di regia, ma anche in fase di realizzazione, con due canestri consecutivi. Anche Rosa trova la doppia conclusione, poi Pelliccioni recupera palla e finalizza un contropiede, prima di altri punti dalla lunetta e dal perimetro (54-25). Tolentino non molla la presa, ma infierisce con Francesconi e Sagripanti e, in chiusura di quarto, con Rossi (60-28). Il quarto periodo è una pura formalità e coach Cecchini cerca di far rifiatare i suoi, considerando anche il prossimo impegno di domenica prossima a Fabriano e fa esordire Luca Giuliani, classe 1998, che dimostra da subito una buona personalità, cercando a più riprese la conclusione. Anche gli altri giovani della panchina vengono messi in campo e il periodo scivola via veloce senza altro da aggiungere ad una gara a senso unico, se non sottolineare i loro canestri ed il recupero di Paggi, oramai guarito e pronto al rientro a tempo pieno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...