TRIONFO URBANIA, FRATERNALI DOMA LA VIGOR SENIGALLIA

Decisivo un gol dell’attaccante durantino a 10 dalla fine, Urbania campione regionale

 

URBANIA – VIGOR SENIGALLIA 1-0 (80′ Fraternali)

URBANIA (4-3-3): Bozzi; M. Rossi, Temellini, Battazzi, Barzotti (67′ A. Rossi (90′ Prisacaru)); Ricci, Giovannelli, Galeotti; Mistura (93′ Scarselli), Fraternali (81′ Samir Mounsiff), Orazi (70′ Mema). All. Righi

VIGOR SENIGALLIA (4-1-4-1): Frondella; Zoppi (90′ Avanti), Fiora (81′ Baldassari), Marchesini, Mucaj; Rotatori; Cappanera, Carboni, Lavatori (62′ Cuomo A.), Kim Pallavicini; Cuomo P. (55′ Marinangeli). All. Mancini

ARBITRO: Gagliardini di Macerata

Le finali non si giocano, si vincono. Ha preso alla lettera queste parole Egiziano Righi, tecnico dell’Urbania, che ha disegnato una squadra perfetta tatticamente e fisicamente, capace di domare la resistenza della quotatissima Vigor Senigallia e di laurearsi campione regionale per la prima volta nei suoi 94 anni di storia. Decisivo ancora Luca Fraternali, suo il gol da antologia che ha fatto esplodere i numerosi tifosi durantini; gioia grande in casa Urbania ma onore anche agli sconfitti che ci hanno provato fino in fondo ma hanno trovato sulla loro strada un grande Bozzi. Parte forte l’Urbania, al 6′ numero di Mistura, il migliore dei suoi per un’ora, che crossa per Galeotti, colpo di testa a botta sicura di quest’ultimo ben respinto dal bravo Frondella; anche la Vigor entra in partita, al 18′ punizione di Rotatori, Bozzi risponde alla grande sull’incornata di Cuomo P. Dopo una fase di stallo, ancora Bozzi sugli scudi, ottimo intervento il suo su Mucaj servito ancora da Rotatori. Nella ripresa,al 55′  sembra innocua la palla in profondità di Barzotti ma Mistura ci crede e supera tutti, il palo dice di no all’esterno biancorosso che 5 minuti più tardi, dopo uno sfondamento a destra, trova ancora l’estremo Frondella pronto alla deviazione in angolo. Tutto questo fino al momento decisivo che è il minuto 80: Luca Fraternali, fino ad ora soffocato dalla marcatura quasi a uomo di Rotatori, viene servito in profondità e fa esplodere un sinistro che si infila all’incrocio dei pali. Chapeau. C’è da soffrire ancora 10 minuti, ma la difesa guidata dal duo Battazzi – Temellini non sbaglia un colpo e dopo 4 minuti di recupero, può iniziare la festa anche se il cammino non finisce qui perchè ad attendere Ricci e compagni c’è la fase nazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...