MASCELLINI ILLUDE LA CAGLIESE, POI LA PERGOLESE FA SUO IL DERBY: 2-3

Secondo pareggio consecutivo della Vadese: con il Marotta finisce 1-1

 

CAGLIESE – PERGOLESE 2-3 (45′ Mascellini, 50′ Vitali N., 55′ Volosincu, 65′ Volosincu, 72′ Bussaglia)

CAGLIESE (4-4-2): De Flaviis; Pieretti Mascellini, Cumani, Ferri; Sabbatini (10’st Paradisi), Balla, Bussaglia, Catena (35’st Rossetti); Ciabocchi, Giacchi. All Reali.

PERGOLESE (4-4-2): Mancioli; Savelli (25’ Brocca), Vitali N, Berardi, Guerra; Anastasi (1’st Volosincu), Vitali C, Carbonari, Sabbatucci (45’st Riserbato); Bucefalo, Caprini. All Guiducci
Arbitro: Casola di Ascoli


Note:300 persone (folta rappresentanza ospite); terreno bagnato; Angoli 2-5; Ammoniti Bucefalo, Ferri, Pieretti, Sabbatini, Carbonari, Paradisi; Espulso Caprini per una testata a gioco fermo; Recupero 1’+4’
Nel pantano di Cagli, la capolista Pergolese soffre più del dovuto per avere ragione della Cagliese nel più classico dei testa coda: con i 3 punti conquistati oggi, la squadra di Guiducci riallunga a +6 nei confronti del Piandimeleto. La Volante rinuncia ad Antonioni affidando le chiavi dell’attacco al trio Bucefalo – Caprini – Sabbatucci mentre nella Cagliese gioca dall’inizio l’ex Bussaglia. Primo tempo molto molle degli ospiti, forse troppo sicuri di portare via l’intera posta con il minimo sforzo: Vitali e compagni subiscono la beffa prima dell’intervallo con la punizione di Mascellini dai 35 metri che infila Mancioli. Nella ripresa, Guiducci si ripresenta con Volosincu al posto di Anastasi ed è proprio quest’ultimo a spaccare in due il match; l’1-1 arriva al 50′ con Vitali Nicola direttamente su calcio di punizione poi si scatena l’attaccante rumeno che prima colpisce da fuori poi di testa su cross di Caprini. La Cagliese non è morta e con Bussaglia riapre i giochi  dopo che 2 minuti prima gli ospiti avevano sfiorato il poker colpendo due traverse con Savelli e Carbonari. Nel finale, la Cagliese ci prova alla disperata ma il muro rossoblù regge fino al triplice fischio di Casola.
VADESE – MAROTTA 1-1 (21′ Baldelli, 26′ Pacenti)
Vadese: Antonini, Amantini, Pennesi, Cottini, Boinaga, Grassi, Vlavonou(13°st Pasquinelli), Rosetti, Baldelli, Traversa(29°st Boinega N.), Bruscaglia. All.Bravi.
Marotta: Cavalletti, Alessandrini, Zonga, Bastianoni, Ruggieri, Pompei, Paolini(40°st Sbrega), De Angelis, Bevilacqua, Messina, Pacenti. All.Ceccarani.
Seconda partita della gestione Bravi e secondo pareggio consecutivo per la Vadese contro un ottimo Marotta, dimostratosi la miglior squadra vista al Comunale e fermato solo dalle parate di Antonini, di gran lunga il migliore in campo assieme a Messina, giocatore di ben altra categoria. L’approccio al match da parte dei ragazzi di Ceccarani non è dei migliori tanto che nei primi 20 minuti è la Vadese a fare la partita andando subito vicino al gol al 4° con Baldelli che di testa impensierisce Cavalletti. Al 21° arriva il vantaggio dei padroni di casa: Bruscaglia da 20 metri tira in porta, colpisce male e diventa un passaggio per Baldelli che ci mette il piede e la palla s’infila nell’angolino, con buona dose di fortuna.  Il gol del vantaggio dei giallorossi sveglia gli ospiti che rispondono subito al 23° con Paolini che a botta sicura supera Antonini, ma Cottini salva sulla linea. Pochi minuti dopo arriva il pareggio rossoblu con Pacenti che in mezzo all’area anticipa tutti e di testa trafigge l’estremo difensore vadese. Per tutto il primo tempo è un monologo rossoblu. Al 28° Pompei su punizione trova l’angolino giusto, ma Antonini in tuffo devia in angolo. Un minuto dopo la difesa di casa sbaglia il fuorigioco e Messina si ritrova la palla buona di testa, ma colpisce debolmente. Al 30°, sempre il bomber rossoblu semina avversari sulla destra, ma il suo diagonale attraversa tutta la linea di porta senza che nessuno trovi la deviazione vincente. Al 44° l’occasione più ghiotta per gli ospiti: Messina sulla sinistra va sul fondo, fa partire un cross per Paolini che di testa da 2 metri impatta alla grande, ma Antonini salva il risultato con un vero e proprio miracolo. Nella ripresa la musica non cambia anche se la pressione rossoblu diminuisce con il passare dei minuti. Al 13° Paolini da buona posizione svirgola e non trova la porta, mentre al 24° Bastianoni salta un paio di avversari come fossero birilli, ma viene fermato a pochi metri dal portiere. Sulla respinta dal limite Messina impatta di sinistro, ma Antonini in tuffo salva ancora. Al 35°, dopo un match arbitrato obiettivamente male, il direttore di gara sanziona Pacenti con il secondo giallo e lascia il Marotta in 10. I rossoblu serrano le fila e perdono il pallino del gioco con la Vadese che rischia il bottino pieno con un Bruscaglia che crea più di un problema alla difesa ospite. Al 45° l’arbitro mette la ciliegina sulla torta con il secondo giallo per capitan Pompei che lascia i rossoblu in 9. Cinque minuti di sofferenza e il match si chiude con il pareggio finale. Comunque l’importante era non perdere, ma dopo una partita così l’amaro in bocca è il minimo. Onore però alla Vadese che ha tenuto botta per tutta la partita e soprattutto ai suoi fantastici tifosi, esempio di passione e attaccamento alla squadra della loro città. Per loro il voto è sempre 9! In bocca al lupo per il proseguo della stagione (fonte WWW.MALARUPTA.COM)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...