BASKET SERIE C REGIONALE: URBANIA RISPETTA IL PRONOSTICO E MANTIENE LA VETTA

Sul campo del Bramante Pesaro, successo pesante per Fermignano

LARA Group Urbania 73
Vis Basket Castelfidardo 47

(17-7, 20-13, 19-18, 17-9)

LARA Group Urbania: Spagna 9, Biagetti 9, Marini, Galeotti, Tancini 16, Carciani, Catani 9, Diana, Giommi 11, Facenda 19 – All. D’Amato-Biagetti

Vis Basket Castelfidardo: Schiavoni G. 2, Massaccesi 2, Barontini 7, Marini 10, Monaci 15, Caraceni 11, Staffolani, Brandoni, Catena, Schiavoni – All. Salomoni

Arbitri: Rosati di Pesaro e Guidi di Vallefoglia (PU)
Campo di gara: Palazzetto dello Sport, Piazza Pellipario, Urbania (PU)


Urbania: Tutto secondo pronostico al palazzetto di Piazza Pellipario dove la locale LARA Group Urbania supera agevolmente la Vis Castelfidardo mantenendo la vetta della classifica a avvicinandosi nel migliore di modi ai match clou del campionato con Fermignano, Fossombrone, Fabriano.
D’Amato deve fare i conti con le assenze di Baldassarri e Matteucci ma ritrova finalmente capitan Biagetti in quintetto con Catani in cabina di regia, Diana, da ala piccola e Facenda e Spagna sotto canestro. Primi cinque minuti di monologo durantino con Spagna e Facenda a costruire il primo importante vantaggio biancorosso; a metà quarto Castelfidardo ancora ai blocchi di partenza e Urbania in fuga (10 a 0). Gli ospiti si sbloccano con una bomba di Caraceni a cui risponde subito Facenda che assieme a Catani permettono ai locali di allungare ancora (15 a 3). Marini, quello castellano, accorcia dalla lunetta ma a chiudere il quarto è Tancini che fissa il punteggio sul 17 a 7.
Nel secondo quarto il primo canestro è di marca ospite ma è solo un fuoco di paglia perchè è ancora l’Urbania a macinare gioco e ad allungare grazie a Facenda da sotto e Tancini dalla lunga (24 a 11). I castellani si bloccano ancora e, con un parziale si 9 a 2 targato Giommi-Catani, i durantini toccano il massimo vantaggio sul +20 (33 a 13). Monaci infila la prima bomba della serata dando un po’ di benzina ai suoi ma sono Spagna e Tancini a tenere a distanza gli avversari (37 a 19). Alla sirena che porta le formazioni negli spogliatoi è Caraceni a mettere il libero che fissa il punteggio momentaneamente sul 37 a 20.
Al rientro dagli spogliatoi è ancora Monaci a colpire dalla lunga e a cercare di ricucire lo strappo. Gli uomini di Salomoni piazzano un break di 9 a 2 accorciando fino al -10 (39 a 29) ma Facenda e Biagetti sono bravi a ricacciare indietro gli avversari andando ad attaccare il pitturato (44 a 29). Il quarto rimane in equilibrio con Monaci che continua a colpire dalla lunga e Tancini a rispondere colpo su colpo. Alla sirena quarto ancora in favore dei durantini, 19 a 18 e tabellone che segna 56 a 38.
Ultimo quarto di pura accademia con i biancorossi a cercare di chiudere nel migliore dei modi e gli ospiti ad arginare la disfatta. D’Amato ruota tutti gli uomini in campo e a far bottino sono Giommi e Biagetti che trovano giocate importanti che permettono ai biancorossi di allungare ancora. Caraceni e Monaci sono gli ultimi castellani ad alzare bandiera bianca ma lo sforzo serve solo a rimpinguare il bottino personale. Negli ultimi minuti si sbaglia dall’una e dall’altra parte e alla sirena che chiude la gara il punteggio finale è lo stesso di qualche minuto prima, fissato da Giommi da sotto le plance sul 73 a 47.
Ottima prova per la compagine durantina che recupera completamente Biagetti in vista dell’ultimo tour de force e ritrova uomini importanti come Tancini, MVP dell’incontro e già determinante nella vittoria della passata giornata a Porto San Giorgio. Per “Tancio” 16 punti e tanta e energia in campo. Solita prova da star per Facenda che ha chiuso il match con 19 punti, 15 rimbalzi e 34 di valutazione (scusate se poco).
Per i vissini di Castelfidardo su tutti Monaci, infallibile dalla lunga distanza che ha chiuso con 15 punti e Caraceni in campo con quaranta minuti di intensità. (fonte USP URBANIA)
BRAMANTE PESARO – FERMIGNANO 63-70

Bramante Bk Pesaro: Nardini 14,Di Sciullo, Longoni 16, Velispasic 8, Ceccolini, Bongiorno,Sorcinelli, Oliva, Urbani 12, Nicolini 6, Amici (Cap) 7 , All: Nicolini Vice: Ugolini.

Pall. Fermignano: Baldelli, Cassese 18, Spadoni (Cap), Marchionni 6, Vichi 8, Santi, Roberti 16, Tagnani 16, Fontanella, Alleruzzo, Spadoni F. 6. All: Paolucci.

Arbitri: Antimiani, Rapaci

Parziali: 19 -17, 14 – 21, 19 – 16, 11 – 16.

La prima sconfitta nel girone di ritorno avviene per conto della Pallacanestro Fermignano, squadra tosta che dispone un bel collaudo tra giocatori esperti e giovani. Il risultato della partita d’andata non ci sorrise affatto pertanto avevamo tanta voglia di portare gli scontri in parità, voglia che si era fatta ancora  più golosa dopo le ultime sei partite vinte consecutive. “Tenere alto il ritmo!!” con questo imperativo Pesaro parte fortissimo: rimbalzi,contropiedi fulminei, attacchi veloci, in alcune occasioni magari troppo avventati, ma spesso efficaci. Conduciamo 12 – 4 dopo cinque minuti di gioco. Fermignano non ci sta e passa a zona; la scelta li premia poichè recuperano punti e rallentano il nostro gioco chiudendosi bene in difesa. Entrambe le squadre sentono molto la partita. Tra le fila di casa sebbene gli attacchi non brillino come nelle precedenti partite restiamo in partita con triple importanti (Velispasic, Longoni, Nicolini), mentre gli ospiti trascinati da un gran autore di regia come Roberti, trovano gli spazi per penetrare le nostre difese e prendere falli o scaricare sfruttando i tiri piazzati di Cassese e Tagnani. Match che continua ad essere equilibrato e tesissimo, ma gioca a nostro sfavore il numero dei falli contro, forse qualcuno chiamato di troppo. Non ci demoralizziamo di certo, proviamo diverse soluzioni in attacco ma ad ogni nostro canestro realizzato gli ospiti rispondono e a 48″ dal termine Roberti realizza una tripla spacca-partita. portando i suoi a sei lunghezze di vantaggio. Vince Fermignano. Voglio evidenziare due note positive nonostante la sconfitta: il ritorno di un veterano del parquet come “Claudio Di Sciullo” ripresosi dopo un lungo infortunio a cui auguriamo di tornare ai massimi livelli. Ha fatto molto piacere inoltre vedere la tribuna colma di tifosi(sia locali che ospiti) e appassionati del  pallone a spicchi questo è sempre un bene per lo sport, per le società e soprattutto per i giocatori.

Inizia da Fermignano, sabato prossimo, il tour de force cestistico che vedrà l’Urbania giocarsi la testa della classifica prima in casa dei cugini lanieri poi nel big match del 22 febbraio in casa contro il Fossombrone per chiudere poi a Fabriano contro la Janus sperando di rivedere alla fine di questo tremendo trittico ancora i biancorossi in vetta alla classifica.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...