BASKET C REGIONALE: URBANIA STECCA IL BIG MATCH, FOSSOMBRONE VOLA IN VETTA

Fermignano cade a Porto San Giorgio

LARA Group Urbania 50
Nuovo Basket Fossombrone 65
(14-15, 8-19, 13-21, 15-10)
 
LARA Group Urbania: Baldassarri 3, Spagna 9, Biagetti 3, Marini 3, Galeotti n.e., Tancini 4, Matteucci 5, Carciani n.e., Catani 11, Diana 2, Giommi 4, Facenda 6 – All. D’Amato-Biagetti
 
Nuovo Basket Fossombrone: Tadei 12, Mancinelli 13, Battistelli 0, Nobilini 6, Donnini 2, Curic, Perini 17, Contini 2, Puleo 12, Ceppetelli – Alla. Giordani

 
Arbitri: Bottoni di Grottammare (AP) e Rapacci di Tolentino (MC)
Campo di gara: Palazzetti dello Sport, Piazza Pellipario, Urbania (PU)
 
Urbania: Tutto esaurito al palazzetto di Urbania per il big-match tra le prime della classe, arriva a far visita alla LARA Group di coach D’Amato la matricola Nuovo Basket Fossombrone del veterano Giordani.
All’avvio biancorossi partono con Catani, in regia, Biagetti e Diana fuori dal perimetro e Spagna e Facenda a presidiare il pitturato con Giordani che risponde con Taddei, a portar palla, Nobilibini e Mancinelli da esterni e la coppia Perini-Puleo, sotto le plance. Parte subito forte il Fossombrone che sfrutta la tensione dei biancorossi per prendere il primo vantaggio con i durantini, troppo fallosi in difesa, a rincorrere sin dall’inizio. Si segna con il contagocce con i biancoverdi sempre avanti ma negli ultimi minuti del quarto Facenda dalla lunga infila la bomba del pareggio. In difesa Tancini chiude ogni varco a Mancinelli recuperando due buoni palloni e dalla lunetta l’Urbania, pur sbagliando troppo, nonostante un brutto 1 su 4 a gioco fermo, riesce a rimettere la testa avanti (13 a 12); Perini dalla parte opposta segna da sotto e riporta i forsempronesi a condurre e alla sirena del primo quarto gli ospiti chiudono avanti sul 14 a 15.
Nel secondo quarto prevalgono le difese ed entrambe le formazioni non trovano punti; a sbloccare di nuovo la gara, dopo 4 minuti di sterilità, è Mancinelli che battendo Biagetti in penetrazione infila in sottomano. I biancorossi non riescono a sbloccarsi e Perini da sotto e Tadei dalla lunga a permettere il nuovo allungo (14 a 22) che costringe D’Amato al time out. Dopo 6 minuti di completa sterilità offrensiva, Giommi dalla lunetta sblocca il punteggio per i locali replicando poi dal pitturato ben servito da Catani (19 a 22). Dalla linea della carità Nobilini mette i due liberi e poi illumina il gioco lanciando in contropiede prima Puleo e poi Contini (19 a 28). Matteucci dalla lunetta infila il secondo libero ridando ossigeno ai suoi ma dalla parte opposta Puleo e Tadei martellano dalla lunga propiziando il massimo vantaggio per i forsempronesi che chiudono il quarto sul 22 a 34.
Quando si torna in campo è solo il Fossombrone a rimettere piede nel pitturato con i durantini con la testa ancora negli spogliatoi; Perini e Puleo fanno quello che vogliono e i biancoverdi piazzano ancora un break di 7 a 0 che consegna agli uomini di Giordani il massimo vantaggio sul +19 (22 a 41). Baldassarri infila la bomba che scalda di nuovo il pubblico di casa ma il gioco per gli uomini di D’Amato non decolla e Tadei e Perini riportano ancora i forsempronesi al massimo vantaggio, anche grazie al tecnico che i grigi rifilano a Facenda e che regala a Puleo il libero aggiuntivo (25 a 46). I biancorossi, degli di un film di Dario Argento, perdono palloni a ripetizione senza neppure arrivare al tiro; l’unico a lottare rimane Marini che, con due buone iniziative difensive, accende la luce per i durantini che, ritrovando fiducia in difesa e concretezza in attacco, piazzano un break di 8 a 0 firmato Spagna. Mancinelli dalla lunetta prima, e dalla media poi, interrompe il trend positivo biancorosso infilandone 4 consecutivi (33 a 52). Spagna accorcia ancora della lunetta ma è il solito Mancinelli versione toreador a infilzare il toro ferito durantino dalla lunga distanza e a fissare il punteggio alla sirena sul 35 a 55.
Nell’ultimo quarto la musica non cambia e il Fosso, sentendo ormai l’odore del sangue, spinge sull’acceleratore allungando fino a toccare il +24 (35 a 59). Tancini, a lungo dimenticato in panchina, infila 3 punti ma ormai gli ospiti sono lontanissimi. Matteucci occupa bene il pitturato e i durantini punto su punto tornano fino a -13 anche grazie al fallo sistematico su Perini deficitario dalla lunetta. Si gioca fino all’ultimo secondo con i biancorossi a provare a tornare in partita con il tiro dalla lunga distanza ma il canestro sembra davvero un miraggio da ogni zona del campo. Alla sirena tutto il pubblico in piedi ad applaudire i gladiatori nell’arena con i due punti viaggiano in direzione Fossombrone capolista solitaria.
Per i durantini difficile trovare il migliore nel piattume generale; di certo la peggior prestazione dell’anno per gli uomini di D’Amato che lasciano la vetta della classifica al Nuovo Basket Fossombrone dove hanno brillato tra gli altri Perini, Puleo e Mancinelli ma dove, di certo, non hanno sfigurto tutti gli uomini messi in campo da Giordani.
Nella prossima giornata si chiude il trittico di sfide di vertice per la Pallacanestro Urbania che farà visita alla Janus Fabriano, per giocarsi il secondo posto del campionato dietro al Fossombrone (FONTE USP URBANIA)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...