VADESE ANCORA VIVA: UN AUTOGOAL STENDE IL VALFOGLIA

La Cagliese fa 0-0 con il Marotta e dice addio alla Promozione

 

VADESE – VALFOGLIA 1-0 

La Vadese di Bravi vince la seconda partita stagionale al Comunale, vittoria utile al morale ma che al fine della classifica fa si che la matematica non condanni ancora i giallorossi, lasciando qualche flebile possibilità di credere ai playout. Mattatore dell’incontro è Bruscaglia, alla sua migliore partita stagionale che propizia l’autogoal decisivo a emtà del primo tempo. Al via nei giallorossi si rivede Amantini in mediana mentre in porta va Antonini, unico portiere tra i locali per via dell’indisponibilità di Lorenzoni. Contro un Valfoglia che non sembra in grande giornata la Vadese si toglie qualche soddisfazione: il trio Bruscaglia-Rosetti-Baldelli sembra trovarsi bene e crea pericoli a ripetizioni alla squadra allenata da Gaudenzi. Bruscaglia in particolare con le sue sgroppate e la sua velocità mette in crisi la difesa ospite e al 26 sottraendosi ad un contrasto fa si che un difensore calci verso al propria porta ingannando il portiere. L’esterno classe ’91 potrebbe ripetersi allo scadere ma l’arbitro fischia inspiegabilemente la fine della prima frazione di gioco con il vadese lanciato in contropiede e ormai dentro l’area. Nella ripresa gli uomini di Bravi abbassano il baricentro e il Valfoglia sale, facebdosi vivo un paio di volte dalle parti di Antonini ma senza impensierire mai l’estremo locale.

 

CAGLIESE – MAROTTA 0-0

CAGLIESE (4-4-2): De Flaviis; Pecorelli, Bucci, Giorgini, Ferri; Catena, Cumani (37’st Sabatini), Bussaglia (31’st Kamel), Balla; Ciabocchi, Giacchi. All. Reali

MAROTTA (4-4-2): Cavalletti; Pontini, Ruggieri, Alessandrini, Zonga; Tombari (15’st Berretta), De Angelis, Amadei (18’st Paolini), Pacenti; Bastianoni, Donati (35’st Spadoni). All. Pompei

Arbitro: Vespertini di Macerata

Note: 100 persone, Ammoniti Ciabocchi, Donati, Ruggieri, Zonga; Angoli 6-2; Recupero 0’+3’

La Cagliese saluta la Promozione al termine di una gara ben giocata contro il Marotta apparso ben poca cosa. I rivieraschi si rendono pericolosi in una sola circostanza, al 62′ con il colpo di testa di Donati che termina alto; per il resto inoperoso De Flaviis al contrario del collega Cavalletti, migliore in campo, che nega il gol ai vari Balla, Ciabocchi e Bussaglia.

 

Nella giornata di ieri, il Piandimeleto ha impattato 1-1 in quel di Passatempo: vantaggio ospite al 28′ con Monaldi che sfrutta uno scivolone di Iannacci e batte Borgognoni, pareggio prima del riposo con lo stesso Iannacci che mette in rete sugli sviluppi di un corner dopo che Maraschio aveva colpito il palo in precedenza. Con 2 giornate d’anticipo, il Fabriano Cerreto si laurea campione.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...